cielo giugno 2019

Il cielo di Giugno 2019

cielo giugno 2019
Cielo del 15 Giugno 2019 verso mezzanotte

-3 Giugno – Luna – nuova

-6 Giugno – Meteore – Picco Arietidi

Nel mese di Giugno attraverseranno il cielo le Arietidi, meteore originate dalla cometa Icarus, unico sciame del mese con una intensità forte e un apice intorno al giorno 6.
Durante tutto il mese diversi altri sciami attraverseranno il cielo ma di un’intensità tra media e debole.
L’elenco completo può essere visualizzato su Wikipedia.

10 Giugno – Luna – Primo quarto

17 Giugno – Luna – piena

21 Giugno – Solstizio d’Estate – Le Erbe – Litha – Midsummer

Le feste della Ruota
Uno dei sabba minori (che cade tra il 21 e il 24 del mese) a cui corrisponde l’inizio dell’estate astronomica.
Il sole è al massimo della sua potenza e la natura è nel pieno del suo vigore, come il Dio, mentre la Dea è in procinto di spargere i semi maturi frutto della loro unione.
Questa festa veniva celebrata nei campi con l’accensione di falò in onore del sole e facendo attraversare il fumo dal bestiame in un rito di purificazione. A questa antica tradizione di origine pagana risale l’uso cattolica dei fuochi si san Giovanni che ancora sopravvive in molti paesi.

24 Giugno – Tradizioni

Le erbe
Questa è la notte che la tradizione pagana dedica alla raccolta delle erbe, che si useranno durante l’anno, prima che il sole le baci. Logico il motivo per cui le streghe venivano accusate di frequentare i boschi di notte, il sole, infatti, con il suo calore induce l’evaporazione dei labili oli essenziali riducendone la concentrazione nelle aromatiche.

L’uovo di san Giovanni
Vedi articolo in pubblicazione il giorno 24 giugno

WooCommerce

25 Giugno – Luna – Ultimo quarto

INCONTRI DI GIUGNO

Per chi abitasse, o si trovasse a transitare per Milano nel mese di Giugno, segnalo il programma completo del Civico Planetario Ulrico Hoepli, in Corso Venezia 57.
Dalle manifestazioni speciali alle conferenze a tema, dalle classiche osservazioni guidate del cielo stellato agli eventi riservati ai bambini, con le famiglie.
Non sapevo cosa fosse un planetario fino a che, ancora bimba, me lo fece scoprire mio padre. In una poltrona più grande di me, con un mal di collo incredibile nello sforzo di guardare in alto, seguii affascinata una lezione, che ancora ricordo, sul “paradosso dei gemelli“. Un’esperienza per cui basta un aggettivo: magica.

WooCommerce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − quindici =